2° Audax dell’Argo Pontino – Isola di Ponza – Aprilia, 7/8 aprile 2018

Spostato alla seconda domenica di aprile a causa della Pasqua anticipata, è partito da Aprilia anche quest’anno il Campionato Audax 2018 con un ottimo successo di squadre e piloti provenienti da molte regioni d’Italia con anche qualche presenza estera. La manifestazione ha portato la carovana dei vespisti niente meno che all’isola di Ponza, la più grande delle isole Ponziane, l’arcipelago situato al largo del golfo di Gaeta,nel bel mezzo del mar Tirreno.
La giornata decisamente primaverile ha favorito tutte le operazioni di imbarco al porto di Formia ma soprattutto il giro turistico dell’isola, che ai vespisti ha riservato un’accoglienza veramente stupenda da parte dei suoi circa tremila abitanti sparsi in questo scorcio di paradiso. Panorami mozzafiato con colori stupendi, dal verde del mare all’azzurro del cielo ai mille colori della vegetazione, già molto avanti rispetto alle regioni del nord. Questo è quello che è apparso ai vespisti che anche grazie all’inaspettato tempo libero si sono sbizzarriti in foto ricordo, acquisto di souvenir e degustazioni di prodotti locali.
Tutto questo ha fatto dimenticare la levataccia delle 4 di mattina per arrivare tutti quanti fino a Formia attraverso gran parte dell’Agro Pontino. Non fare nessun controllo orario a quell’ora è stata la scelta giusta per una partenza comunque rilassante, i cento chilometri sono trascorsi velocemente anche se il freddo, accentuato dall’umidità, non ha dato tregua almeno fino alla vista del mare di Terracina dove l’alba si è presentata in tutta la sua maestosità attenuando il freddo con i potenti raggi del suo interprete principale.
Al ritorno in terra ferma altri 160 chilometri erano da percorrere, dapprima attraverso i Monti Aurunci fino a Campodimele, il paese della ciociaria teatro dei crimini di guerra chiamati le “marocchinate” perpetrate durante la seconda guerra mondiale e raccontati da Moravia nel romanzo “La Ciociara” e nell’omonimo film con Sofia Loren. Poi discesa attraverso le alte e panoramiche colline della valle d’Itri fino a tornare nell’Agro Pontino passando prima da Sezze, cittadina che secondo la leggenda è stata fondata da Ercole in persona, e poi da Latina, la vecchia Littoria, la città capoluogo di provincia decisamente più giovane d’Italia in quanto nata il 18 dicembre del 1932.
Ma veniamo ai risultati sportivi della manifestazione che ancora una volta hanno decretato vincitore il torinese Davide Ciconte, decisamente il più esperto e motivato pilota in questo tipo di competizione con i cronometri. La sua esperienza, la sua calma e ponderatezza in ogni situazione, lo portano ad avere sempre quel pizzico di vantaggio rispetto agli altri. In questo caso il vantaggio è stato veramente alto rispetto al secondo classificato, infatti, anche se favorito dai relativamente pochi passaggi controllati, il torinese è riuscito a totalizzare una media passaggio pari a tre centesimi, decisamente la più bassa riscontrata in manifestazioni regolaristiche sia di oggi che del passato.
Se pur distanziato di quasi il triplo, grande merito va anche al secondo classificato, Matteo Pilati del Rovereto, se non altro per aver infilato, da Campione Italiano Promo e quindi neo Expert, tutti gli altri presenti di questa categoria. Il giovane pilota anche se figlio d’arte, è ormai autonomo e sicuro nelle sue prestazioni e saprà decisamente portare avanti i successi che il suo super titolato Club richiede ai propri piloti per essere chiamati tali.
Ancora terzo posto in un Audax per Flavio Scatola del Montecchio Emilia, il podio va sempre bene in questi casi, ma al bravo emiliano ormai sta un pò stretto. Si dice che prima di vincere bisogna imparare a perdere e lui lo ha fatto ancora una volta con bravura ed umiltà, prima o dopo arriverà anche per lui la grande soddisfazione della vittoria in un Audax, i continui piazzamenti comunque, lo hanno portato l’anno scorso alla vittoria nel Campionato.
Al quarto posto troviamo il “solito” Riccardo Lombardelli del Macerata, che conferma ancora una volta il cucchiaio di legno conferitogli ad Arezzo, quinto è Alessandro Bisti del Roma, mentre sesto è Matteo Peruzzi dell’Arezzo, secondo dei classificati Promo dietro a Ciconte, terzo dei Promo è Alessandro Cuna del Torino ottavo assoluto.
Per le squadre, vittoria del Vespa Club Torino davanti al Vespa Club Rovereto e ad un buon Vespa Club Roma, seguono Macerata e Reggio Calabria.