3° Prova Coppa Italia Gimkana – Sirmione, 22 aprile 2018

Con il passaggio in questi giorni della 1000 miglia sono troppe le manifestazioni prestigiose sulla penisola di Sirmione per ambire ad avere un posto di primordine per la Gimkana di Coppa Italia. Gli organizzatori del Club lacustre hanno quindi per così dire, ripiegato, sui piazzali del centro sportivo per mettere in scena la terza prova della Coppa Italia 2018. In verità la logistica del luogo è ottima, con parcheggi, bar con cucina, servizi, vari piazzali e buon asfalto, per altro già collaudati varie volte con Corsi ed eventi come il mitico Campionato Europeo del 2014, che rimane la manifestazione di Gimkana con il maggior numero di piloti presenti degli ultimi decenni.
Ne è nata quindi una manifestazione con un ottimo numero di presenze, anche perché a Sirmione siamo proprio in un luogo decisamente centrale ed equidistante dalle località dove sono presenti le squadre di gimkanisti. Il caldo anche se forse eccessivo di questi giorni ha fatto il resto, attirando i piloti che se non per la prestazione agonistica, sono giunti a Sirmione per respirare un po’ di aria buona e per stare in compagnia degli amici e godersi lo spettacolo della Gimkana che specialmente nei maggiori rappresentanti è decisamente spettacolare.
Uno dei più spettacolari piloti è Adriano Brunelli che per la prima volta si è presentato con i colori del Vespa Club Verona dopo che nella città scaligera è avvenuta la fusione tra questo Club ed il VR 37100. Brunelli è un vero esempio per tutti, partito dalla gavetta, ha saputo giungere al vertice della specialità, mollando poi un poco negli ultimi anni ma rimanendo un veloce e spettacolare pilota. Solo il grandissimo Stefano Miani è riuscito a fermarlo standogli davanti sia nella prima che nella seconda manche, ma a questi livelli la preparazione e l’abitudine alle manifestazioni è determinante per ottenere un buon risultato e Miani è decisamente il massimo in tutto ciò.
Terzo nella classifica assoluta è il biellese Claudio Forno, con la sua guida composta ed elegante è davanti a tutti nella Promo che vede al posto d’onore Marco Marini del Chiari alla sua prima partecipazione stagionale, impegnato fino adesso a fare il neo papà. Terzo posto nella categoria Promo, che quest’anno si prospetta combattuta come non mai, è Stefano Donini che precede il vincitore di Domodossola Stefano Salaroli, entrambi non sono stati in grado di interpretare al meglio il selettivo percorso.
Se scorriamo la classifica assoluta troviano al quarto posto uno dei più giovani partecipanti, Stefano Presciuttini del Todi, anche la sua deve essere una ottima preparazione, denotata dai due uguali tempi di mance che lo proiettano in testa alla Under 18. Ha rischiato di vincere la prima manche Fabrizio Donini finito alla fine secondo, terzo posto per il laziale Emiliano Salvati anche se molto distante come tempo dai primi due.
Anche la PX si prospetta veramente combattuta in questa stagione con tre vincitori diversi nelle tre manifestazioni disputate e quattro vincitori di manche. Stavolta l’aria lacustre rende veloce la Vespa di Fabrizio Oliosi che vince la seconda manche e fa il tempo migliore della giornata, secondo posto per Stefano Giorgi, più veloce di lui ma penalizzato da una penalità sul percorso. Terzo si classifica Leonardo Pilati con un buon tempo nella seconda manche e quarto Benito Signori, al quale ora tocca vincere la prossima manifestazione per essere il quarto vincitore della stagione.
La Squadre è vinta dal Vespa Club Todi davanti al Castelfranco Emilia ed al Vespa Club San Mauro Pascoli, seguono Sirmione e Verona.
Dopo questa prima fase di manifestazioni inserite nella Coppa Italia gli specialisti della Gimkana in Vespa si ritroveranno il 5 maggio a Parma per disputare la Supercoppa Italiana, manifestazione in parallelo ad eliminazione diretta, lo spettacolo è assicurato.