10° Prova Coppa Italia Gimkana – Chiari, 22 luglio 2018

Ottima organizzazione del Vespa Club Chiari per la decima prova della Coppa Italia di Gimkana 2018 che si è svolta domenica 22 luglio, ottimo percorso, ottimo tempo ed ottima accoglienza dei dirigenti e soci del Vespa Club lombardo ai confini della Franciacorta. Buono anche il numero dei partecipanti che hanno animato la manifestazione nonostante la calda giornata con il sole di luglio avesse consigliato già dalla mattinata di recarsi al fresco di qualche lago o in montagna. Ma si sa che un po’ per passione ed un po’ per voglia di fare risultato i gimkanisti rinunciano volentieri alla giornata di ferie e si ritrovano tutti assieme per animare questa decima edizione della Coppa Italia che ormai giunta ai suoi due terzi di percorso sta già fornendo delle indicazioni su come sarà il suo epilogo.
Per chi non se lo ricorda, possiamo dire che la Coppa Italia è stata varata nel 2009 anno in cui sono state effettuate solo cinque manifestazioni con lo scarto di una per la classifica finale, le 5 manifestazioni si sono svolte a Pisa, Taranto, Todi, Legnago ed Aosta. Alla fine, nelle tre categorie individuali si sono imposti Pilati Leonardo nella Expert, Fantozzi Bruno nella Promo, Bucella Paolo nella PX ed il Vespa Club Rovereto nella Squadre. Un centinaio di piloti hanno partecipato in totale al campionato, più o meno il doppio di quelli presenti a Chiari, ed una quindicina di squadre, ma la Gimkana in questo modo ha ripreso vigore. L’anno dopo le manifestazioni sono state 9, quello successivo 12 ed in seguito il numero si è stabilizzato in circa 15 annuali con centinaia di piloti coinvolti dal nord a sud della penisola. Sicuramente i comunque pochi scambi tra piloti del nord e del sud hanno giovato alla causa Gimkana coinvolgendo molto bene quelli del centro Italia ed anche se attualmente le manifestazioni sono sbilanciate molto verso il nord, anche il sud ha le sue organizzazioni ed i suoi piloti che stanno decisamente crescendo.
Dopo questi cenni storici che la decima edizione della Coppa decisamente merita, passiamo ai risultati agonistici di Chiari che hanno visto prevalere ancora una volta nella classifica Assoluta in questa stagione il “professionista della Gimkana” Stefano Miani, nulla per lui è lasciato al caso, due Vespa nel furgone da utilizzare a seconda del percorso, maniacale visione a piedi del tracciato, forma fisica eccezionale. Miani ha monopolizzato il mondo della Gimkana rendendo quasi monotona la classifica, ma non guardiamo solo questo aspetto, guardiamo anche cosa possiamo tutti noi imparare da questo pilota, sicuramente un grande esempio sia a livello sportivo sia a livello umano.
E molto da imparare c’è anche dal secondo classificato perché esempio di vero agonismo e tenacia, in pochi anni dal nulla ha vinto il Campionato Italiano in tutte le classi, preparandosi fisicamente e sul mezzo ha raggiunto dei livelli eccelsi ed è l’unico ad impensierire veramente il “professionista” Miani. Il suo nome è Adriano Brunelli, unico pilota veneto attualmente a tenere ad alti livelli il nome della regione che tanti piloti ha dato nel passato recente e remoto.
Terzo incomodo Luca Fantozzi che obbiettivamente è sempre un gran pilota ma non ha più lo smalto e la precisione dei tempi migliori nei quali era decisamente il pilota più veloce del lotto e solo qualche penalità sul percorso lo hanno privato di innumerevoli successi.
Ottima prestazione nella promo per Claudio Forno ormai abituato a questo tipo di performance, con la sua perfetta e fluida guida si aggiudica la seconda manche e la gara per soli 4 centesimi di secondo sull’agguerrito ed altrettanto bravo Renato Baiani che si era aggiudicato la prima manche, terzo Stefano Salaroli di nuovo sul podio dopo la debacle di Milano. Bella comunque la lotta per la Coppa in questa categoria specialmente ora che entrano in gioco gli scarti, quattro sono ancora i possibili vincitori, vedremo i risultati nelle prossime manifestazioni.
Fabrizio Donini si aggiudica la Under 18 sempre più agguerrita, ottimi tempi per i piloti presenti ed anche qui, fra poco, il gioco degli scarti rimetterà in equilibrio la classifica finale anche perché secondo è finito Federico Pascucci e terzo il leader della generale Stefano Presciuttini.
Anche nella PX la lotta finale è equilibrata con almeno tre piloti che possono aggiudicarsi la coppa finale, in questa occasione come già a Milano un grande passo avanti lo ha fatto Leonardo Pilati aggiudicandosi la prima manche anche grazie ad un errore di percorso di Fabrizio Oliosi che vince la seconda e per questo sale sul gradino più alto del podio, terzo un ottimo Oliviero Resta che spodesta dal podio piloti più quotati.
Nelle Squadre vittoria meritata per San Mauro Pascoli e la famiglia Donini, secondo posto per il Vespa Club Todi e terzo per Sirmione.