1° Prova Campionato Rievocazioni Storiche – Arese, 23 marzo 2019

Apertura ufficiale delle manifestazioni sportive nazionali sabato 23 marzo ad Arese dove era situato il più grande stabilimento della famosa casa automobilistica Alfa Romeo e dove è tutt’ora presente quella che era la sua pista di collaudo. La pista è lunga 1450 metri ed ha una carreggiata costante di 9 metri, secondo le esigenze può essere configurata in 12 varianti. Proprio una di queste varianti è stata la prima parte della manifestazione, con i cinque giri percorsi dai concorrenti a gruppi di venti, mentre la partenza ed il relativo primo controllo orario è avvenuto dei piazzali esterni alla pista.
Un centinaio i concorrenti con i più disparati modelli di Vespa divisi nelle tre categorie che quest’anno prevede il Campionato hanno animato questa prima Rievocazione Storica che in effetti tale non era. Le esigenze assicurative ed anche il semplice impatto con la burocrazia delle Amministrazioni Pubbliche viene notevolmente facilitato grazie al fatto che questo Campionato abbia la titolazione di Revocazione Storica anche se in effetti alcune delle manifestazioni presenti non lo sono. Ma lo sono i mezzi ed inoltre, questo ha stimolato molto le ricerche e grazie a questa formula, semplice e promozionale, sono state riscoperte vecchie manifestazioni e comunque movimentate Vespa storiche che sarebbero rimaste chiuse in garage e cantine. Ben venga quindi questo nome, anche se alle volte improprio, che tanto bene sta facendo al movimento sportivo-storico ed alla Vespa in generale.
Il risultato agonistico, con tutti questi concorrenti non era certo scontato, la vittoria Assoluta e la categoria Vintage è andata ad un ormai espertissimo Martin Schifferegger del Rovereto che nei tre passaggi ha totalizzato una sola penalità, secondo di categoria Walter Bertoli del Chiari e terzo Luigi Grassi del Montecchio Emilia.
Nella Categoria Storico il vincitore è risultato Giancarlo Giubelli del Mantova che anche se convalescente ha inserito la sua zampata vincente, secondo un ottimo Gian Michele Merlo dell’Ivrea e terzo Marco Cazzola del Mantova, entrambi alle loro primissime esperienze.
Nella Faro Basso ottima vittoria di Mirko Zambaldo al quale hanno fatto bene certamente gli allenamenti alle prove di Campionato d’Inverno, secondo posto per Maurizio Norbis del Chiari, abituè della categoria e terzo un nuovo entrato, Marco Polato del Valeggio sul Mincio.
La Expert è vinta da Fabio Agnolin del Rovereto davanti al Campione Italiano e neo Expert Deris Franzini del Mantova ed a Matteo Pilati del Rovereto,tutti con due penalità ma finiti nell’ordine per la discriminante dell’età della Vespa.
Nella Squadre vittoria di Mantova che regola Milano e Chiari.