2° Prova Campionato Rievocazioni Storiche – Canale Monterano, 31 marzo 2019

L’Italia nascosta è quella delle piccole realtà poco conosciute, sono i borghi che non vengono sempre presi in considerazione dagli itinerari turistici ma che invece sono altrettanto ricchi di attrattive quanto le grandi e più celebri città.
Ecco dunque, che proprio per valorizzare anche questi tesori è nato il Vespa Club Canale Monterano, un’iniziativa promossa da un team di vespisti e dal suo Presidente Luigi Ajale, che ha unito passione ed entusiasmo ad un progetto contaminante “Coinvolgere il Borgo” a fronte di iniziative semplici ma preziosissime.
Il 31 marzo 2019 il silenzio della piccola cittadina è stato infranto dai motori scoppiettanti delle Vespa, persino il tempo che sembrava essersi fermato è stato segnato da uno strumento di conoscenza chiamato cronometro. Gli incontri, i sorrisi, le strette di mano, gli aiuti ricevuti, i pranzi condivisi diventano tutti elementi che soddisfano la sete di movimento intrinseca nell’uomo vespista -104 presenze.
E se è vero che “Siamo quello che  mangiamo”, allora calore e ospitalità scorre nel sangue di tutti coloro che hanno magnificamente organizzato, sostenuto e pubblicizzato questo evento. Il centro del paese è stato spettatore della seconda prova del Campionato Rievocazioni Storiche 2019, un connubio tra competizione, turismo e ambiente.
Il report di viaggio descrive la competizione, la difficoltà in km, 52 per l’esattezza di cui cinque di  sterrato,  il tempo. Semaforo verde, i piloti hanno resettato i contachilometri, scaldato i motori per affrontare un  percorso impegnativo, nello stesso tempo ricco di richiami storici e ambientali, tra i partecipanti ci piace citare Roberto Leardi e Nunzio  Bonanno messaggeri del Vespa Club Italia, e al mitico Giuseppe Cau pluripremiato che ha contaminato tutti gli animi con la forza motrice che lo contraddistingue e la sua penna che a trovato tante e diverse superfici dove siglare il suo autografo.
Molti i Club a partecipare: Viterbo, Milano, Macerata, Frascati, Aprilia, Recanati, Roma, Assisi, Lago di Bolsena, Rocca di Papa, Bologna, Ariccia, Artena, Rosciolo dei Marsi.
Per quel che riguarda i risultati nella categoria Faro Basso vince il milanese Luciano Moneta, nella categoria Storico si impone Leonardo Ialongo del Viterbo mentre nella categoria Vintage è ancora un viterbese, Alessandro Sansavini, che mette tutti dietro.
Nella Categoria Expert con zero penalità è primo Moreno Valeri mentre nella Squadre è davanti il Vespa Club Viterbo grazie ai tre vincitori di categoria.
Graditi Ringraziamenti al Sindaco di Canale Monterano Alessandro Bettarelli, all’Assessore Valeria Pasquali , al ristorante Sapori di Maremma, all’ Autofficina di  Alberto Di Carlo sponsor ufficiale della manifestazione e a  tutto il direttivo Vespa Club Canale Monterano.

Mario Labanca