Campionato Italiano Gimkana 2019 – Domodossola, 14 luglio 2019

Non abbiamo ricordi negli ultimi 40 anni di Campionati Italiani di Gimkana nella regione Piemonte, solo una finale FMI ad Acqui Terme verso la fine degli anni ’80 dove anche le Vespa corsero nella mitica categoria Scooter proposta in quelle occasioni dalla nostra Federazione. Ben venga quindi la manifestazione del Campionato Italiano Gimkana a Domodossola domenica 14 luglio con annesso Meeting dei giovani che giunto alla terza edizione comincia veramente a portare i frutti desiderati coinvolgendo genitori e figli in un’accattivante complicità che li porta entrambi alla partenza con il risultato di dare nuovo carburante alla specialità che per rimanere in scena ha sempre bisogno di nuovi partecipanti e nuovi organizzatori.
Merito di tutto ciò è comunque stato di un personaggio che è entrato in modo prorompente nel mondo sportivo in Vespa qualche anno fa, senza grandi risultati, ma con la giusta umiltà di esserci e fare mettendosi a disposizione degli altri: Paolo Giacomotti. Ed è a Paolo ed a tutto lo staff del Vespa Club Domodossola che dobbiamo veramente dire grazie perché le due giornate sportive sono state di quelle con la esse maiuscola, contornate da un tempo stupendo e da paesaggi che solo le nostre montagne sanno regalare.
Per quel che riguarda il Meeting dei giovani che ha coinvolto quest’anno ben 15 entusiasti Under 18, da ringraziare ci sono principalmente loro, i giovani partecipanti ma anche i loro genitori che li hanno accompagnati e poi Benito Signori e Leonardo Pilati che hanno organizzato il tutto svoltosi in perfetta armonia. Ragazzi e genitori sono stati molto attenti nella parte teorica che ha raccontato a grandi linee la storia della Vespa e del suo Sport e a dir poco altamente entusiasti nelle prove pratiche che se fosse stato per loro sarebbero durate molto più del tempo programmato. Per questo ci sarà una continuazione nei mesi invernali di questo Meeting con una sessione di allenamenti alla quale saranno invitati i giovani partecipanti ma anche altri piloti che lo desiderassero. Questo Meeting ha fatto capire che l’investimento effettuato dal Vespa Club d’Italia in tal senso è decisamente importante, positivo ed incoraggiante, giovani anime si affacciano alla passione e nuovi sportivi nascono in un mondo sportivo di nicchia ma non per questo meno bello ed affascinante.
I risultati sportivi della giornata potevano essere scontati ma in alcuni casi non lo sono stati, nella categoria 50cc è Campione Italiano per la prima volta Fabrizio Donini con un risultato altamente meritato, giunto all’apice dei suoi sforzi sportivi. Dietro di lui un Andrea Tiburzi mai giunto oltre il posto di vicecampione in questa manifestazione, terzo un velocissimo Adriano Brunelli incorso però stavolta, in un banale errore di percorso.
Scontato il risultato della Oltre 50cc con Stefano Miani al suo ennesimo titolo nazionale che ha dovuto in questa occasione guardarsi da Renato Baiani che effettua un migliore tempo ma sporcato da una penalità. Decisamente bella questa sfida che ha visto affacciarsi al terzo posto Claudio Forno, in testa al giro di boa della prima manche.
Nella PX i due Expert presenti sono davanti a tutti, vince l’eterna sfida fra i due che dura almeno da una ventina d’anni Luca Fantozzi davanti a Leonardo Pilati, i 25 centesimi di distacco finali fanno capire che nonostante tutto, la sfida tra i due è rimasta aperta anche in questa occasione, terzo posto per Fabrizio Oliosi, apparso contratto sul percorso, con un paio di secondi in più.
Anche se scontato, il successo di Fabrizio Donini nella categoria Under 18 non è certamente stato facile. Il secondo titolo nazionale per la famiglia Donini è giunto dopo che nella prima manche è emerso in testa il giovanissimo Ivan Agosti che alla fine sarà secondo, terzo è il siciliano Simone Ventura, da adesso fuori dalla categoria per limiti d’età, giunto da Caltanissetta per l’occasione.
Nella Squadre primo a sorpresa il Vespa Club Forlì con Luca Fantozzi, Bruno Fantozzi e Renzo Fabbri, secondo il Castelfranco Emilia con Stefano Miani, Stefano Salaroli e Niccolò Bendandi, mentre terza è Sirmione con Benito Signori, Fabrizio Oliosi e Samuele Alberti.