Coppa delle Regioni di Regolarità – Lecce, 13 ottobre 2019

Anche se qualcuno aveva detto che effettuare la Coppa delle Regioni a Lecce sarebbe stato un azzardo , la manifestazione si è svolta nel migliore dei modi e tutti i partecipanti sono tornati alle proprie case con il cuore gonfio di gratitudine e riconoscenza nei confronti del Club salentino che gli ha permesso di visitare luoghi che hanno in se un fascino particolare. L’aiuto e lo sprone che questa manifestazione ha fornito alla regione Puglia ed a quelle limitrofe è decisamente importante e certamente fra qualche tempo se ne vedranno i frutti.
Il Presidente Legittimo aveva organizzato tutto nel migliore dei modi, la miglior dimostrazione di ciò si è avuta proprio perchè lui non era presente. Per problemi di salute egli infatti ha dovuto abbandonare nella prima mattinata in gruppo dei vespisti ma tutto è andato bene proprio perchè lui aveva messo le persone giuste nei posti giusti. Auguri di pronta guarigione quindi al Presidente Legittimo ed auguri di poter organizzare in futuro sempre più numerose e prestigiose manifestazioni.
La terra salentina ha accolto con entusiasmo il lotto degli oltre ottanta partenti proponendo i monumenti della stupenda Lecce storica con le sue porte, le sue chiese, il suo Campanile, gli altri monumenti e tutta la sua prorompente storia barocca. Ma poi anche le campagne con i suoi oliveti ed il mare che in questa stagione è quasi più godibile che in estate dove sulle spiagge e nei lidi sono ammassate frotte di turisti attirati nella penisola grazie alla bellezza ed alla naturalezza dei luoghi.
Dopo la partenza da Porta Napoli, il percorso si è snodato attraverso Acaya con i Controlli Orari fino ad arrivare a Castro, cittadina all’estremo est della nazione e dalla quale si vedono normalmente le montagne dell’Albania. Bellissimo il restaurato castello Aragonese di Casto nel quale si sono potute degustare delle pietanze locali. Il caldo delle 13, decisamente importante per il mese di ottobre, non impedisce la ripartenza per Lecce dopo il giro di boa dei Controlli Orari di Castro e la prima parte della competizione che vede in testa il romano Alessandro Bisti davanti a Nicola Giacomini del Pisogne ed a Franco Caccamisi del Pisa. Si difendono bene due piloti regionali: Marargi Filippo ed il giovane Andrea Occhilupo rispettivamente quarto ed ottavo.
L’arrivo a Lecce dopo il nuovo passaggio di Acaya ritrova gli stessi controlli della partenza e la manifestazione si conclude in perfetto orario che permette la stesura delle classifiche in tempi accettabili. In effetti il regolamento della Coppa delle Regioni è piuttosto complesso, con gara 1 e gara 2, con i punteggi assegnati, con i punteggi riportati dalle manifestazioni regionali e la somma da fare alla fine, oltre alla classifica a squadre che unica nel panorama nazionale prevede squadre regionali e non di Club.
Alla fine la classifica decreta vincitore della Coppa delle Regioni 2019 Nicola Giacomini, un Promo con prestazioni da Expert che si aggiudica gara 2 ma è favorito da un errore di Bisti che perdendo l’equilibrio mette due piedi a terra e finisce quarto. Secondo posto per uno stupendo Filippo Marangi del Vespa Club Martina Franca, primo dei regionali con una prestazione veramente magistrale che lo porta ad una sola penalità dal vincitore in gara 2. Terzo finale Franco Caccamisi del Pisa che consegue così un risultato di prestigio, quinto posto per Andrea Occhilupo primo pilota del Club organizzatore, pilota giovane che vorremmo vedere ogni tanto anche a qualche altra prestigiosa manifestazione nazionale.
La categoria a Squadre è prevalsa dalla Lombardia con Giacomini, Selva e Acquistapace, secondo posto per la Puglia con i piloti Marangi, Occhilupo e Pecoraro,  e terzo per la Toscana con Caccamisi, Vatteroni e Di Marco.
Conclusa definitivamente anche la stagione nazionale 2019 con questa manifestazione, solo poco tempo di pausa per chiarire le idee e subito si riparte con il Campionato Invernale di regolarità che si dovrebbe svolgere in tre fasi diverse, al nord, al centro ed al sud, la prima prova è fissata a Mantova per il classico Cimento Invernale che per l’occasione è stato anticipato dalla prima domenica di dicembre all‘ultima domenica di novembre.