Riunione Consiglio Nazionale 01/2014


 

Al fine di tener aggiornati i Vespa Club italiani del lavoro svolto dal Consiglio Nazionale, riportiamo una breve relazione della riunione tenuta sabato 10 Maggio 2014 presso Noventa Vicentina alla presenza di tutti i Consiglieri.

Di seguito riportiamo i punti salienti dell’incontro:

 
• Viene affrontata la questione della sospensione del V.C. Massa. Dopo la discussione il Consiglio conferma il provvedimento.

 
• Il Cons.re  Gianni Rigobello espone i dati relativi alle affiliazioni 2014 riportando dati di sicuro interesse che vedono a Marzo 2014 un aumento di 5151 iscritti rispetto a Marzo 2013  e + 2922 nel solo mese di Aprile. Solo un paio sono stati i mancati rinnovi di Vespa Club mentre molte le richieste di nuove affiliazioni. Il Veneto con i 60 Club iscritti si conferma come la ragione più numerosa d’Italia.

 
• Il Presidente Roberto Leardi porta la candidatura 2015 di Brescia e 2016 Napoli come sede dei futuri Congressi Nazionali che vengono approvati all'unanimità.

 
• Il Cons.re Enrico Martini propone l’istituzione del comitato per le regioni con elezione dei referenti come previsto dall'art. 11 dello Statuto del VCI. La proposta dopo ampia e approfondita discussione viene approvata con il seguente regolamento:

 
1) viene istituito il comitato per le regioni con elezione di un referente;

 
2) Il Consiglio Nazionale avrà il compito di indicare l’eventuale accorpamento di due o più regioni nel caso il numero di Vespa Club presenti sia inferiore a 10;

 
3) Il Referente regionale dovrà avere i seguenti requisiti per esser candidato:
- Deve essere socio di un Vespa club della regione,
- Non aver subito un provvedimento disciplinare negli ultimi 5 anni,
- Non esser membro del Consiglio Nazionale;

 
4) Compiti e  responsabilità del Referente Regionale eletto: 
- Coordinare l’organizzazione del calendario regionale,
- Valutare l’andamento dei raduni di carattere turistico svolti e farsi carico delle istanze,
- Aiutare l’organizzazione della”giornata della vespa“,
- Potrà esser rimosso in seguito ad azioni disciplinari;

 
5) Durata dal mandato: 
- Il referente regionale resterà in carica per tre anni. In caso di impossibilità a svolgere il suo mandato, anche per rimozione in seguito a provvedimento disciplinare, il Consiglio Nazionale si farà carico di nominare il  secondo candidato più votato nella precedente elezione.

 
6) Regolamento di voto:
- Possono votare i Presidenti dei Club o loro delegati (massimo uno per club) della regione in regola con l’affiliazione al Vespa Club d’Italia.
- Hanno come da statuto un numero di voti in base al numero di iscritti,
- Possono utilizzare una sola delega, esprimendo il voto per un solo candidato,
- Le elezioni saranno svolte entro il sesto mese dalla data di rinnovo del Consiglio Nazionale del Vespa Club d’Italia,
- Le candidature dovranno esser presentate alla segreteria del VCI entro trenta giorni prima delle elezioni per le verifiche,
- Le operazioni di voto avranno la durata di un’ora e lo scrutinio sarà fatto di fronte ai convenuti,
- In caso di parità verrà eletto il candidato appartenente al vespa club più anziano;

 
• Dopo un ampia discussione riguardante lo statuto del Vespa Club d’Italia i Consiglieri decidono di avviare una analisi approfondita per stendere un regolamento di attuazione dello stesso. Questo al fine di renderlo aderente alle esigenze attuali del Club.

 
• Vengono ratificati i contributi economici verso i club 2014 decisi nel 2013 e modificato il regolamento turistico 2014 come da contributo del Cons.re Vernazzano.

 
• Viene approvato l’acquisto di licenza Adobe XI Pro per la modifica delle locandine errate inviate dai Vespa Club e l’acquisto di due generatori elettrici a servizio degli archi gonfiabili.